E’ possibile andare dritto al cuore del cliente?

E’ possibile andare dritto al cuore del cliente?

posted in Dossier on by with No Comments

Come conquistare il cuore dei vostri ospiti

Per raggiungere il cuore del proprio cliente, una mail personalizzata è forse il migliore strumento che può utilizzare chi fa marketing. Come già evidenziato in altri articoli, infatti, la personalizzazione permette di conquistare maggiormente la fiducia del consumatore, puntando sulle informazioni già note sull’ospite: età, provenienza, compleanno, durata soggiorno, periodo del soggiorno, tipologia del soggiorno, etc.. Un sondaggio di Harris Interactive e condotto negli Stati Uniti ne conferma la validità.

La maggior parte, infatti, delle persone intervistate e che ha ricevuto una mail personalizzata derivante dai suoi comportamenti di acquisto passati e basata sulle sue preferenze ha dichiarato di essere maggiormente interessata ai contenuti della stessa e di essere più propenso ad acquistare. L’81% degli intervistati ha dichiarato, inoltre, che proprio a seguito di mail personalizzate è più propenso a fare acquisti aggiuntivi. Gli intervistati, poi, hanno mostrato una chiara propensione a ricevere più mail se queste sono corrispondenti alle loro abitudini di acquisto, al punto tale che sarebbero disponibili a ricevere maggiormente e-mail, ma anzi sarebbero disponibili a fornire ulteriori dati personali per migliorare la tipologia di messaggi ricevuti.

Vale la pena ricordare che chi riceve la vostra newsletter ha accettato di ricevere messaggi da voi e ciò li rende più aperti alle vostre comunicazioni, soprattutto se queste sono rilevanti. Gli stessi Booking.com e Groupon, per esempio, fanno della personalizzazione il proprio must, andando a calibrare le proprie e-mail sugli interessi, sull’età, sulle tipologie di viaggio scelte dall’utente e colpendoli al cuore. Ovviamente per una piccola azienda non è così facile impostare una campagna marketing ad hoc, ma si può sempre partire dal piccolo per poi perfezionarsi col tempo. Ricordatevi, infatti, che molti dei dati che necessitate per creare campagne marketing che giungano al cuore del vostro cliente sono già in vostro possesso grazie al soggiorno che i vostri ospiti hanno già fatto. Allora perché non mandare delle e-mail con l’offerta per un determinato periodo dell’anno a chi in quel periodo ha già soggiornato presso di voi? A chi, invece, ha prenotato dei massaggi, perché non inviate il vostro pacchetto wellness? E’ inutile, invece, inviare e-mail con pacchetti per le vostre suite a chi ha prenotato pacchetti economici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.